Mese: ottobre 2014

EIMA2014: innovazione e grandi numeri per la fiera simbolo della meccanizzazione agricola

Come precedentemente annunciato saremo a EIMA2014, (Bologna, 12-16 novembre 2014 http://www.eima.it ), pad.34 stand C12, manifestazione che si preannuncia un crocevia di novità per presentare al pubblico gli ultimi raggiungimenti tecnici concernenti tutto ciò che ruota attorno alla meccanizzazione agricola e al mondo del giardino. 1800 espositori, di cui un terzo dall’estero, una superficie espositiva di 300.000 mq sono solo alcuni dei dati che rendono la kermesse bolognese un appuntamento imperdibile per tutti gli operatori del settore. Vi aspettiamo!

EIMA International: il primato dell’innovazione

L’edizione 2014 conferma EIMA International come una delle rassegne più importanti a livello mondiale non soltanto per la dimensione e i numeri, ma per i contenuti tecnici. La quantità di prodotti innovativi, che aggiornano e attualizzano la gamma delle aziende partecipanti è in continua crescita giacché le industrie costruttrici scelgono l’EIMA per presentare, al pubblico degli operatori e alla stampa, i nuovi modelli e le anteprime. Numerose saranno le conferenze di presentazione delle “new entry” e dei dispositivi inediti messi a punto dalle industrie del settore, mentre grande rilievo avrà il concorso delle Novità Tecniche promosso da FederUnacoma, che costituisce un appuntamento tradizionale di EIMA International, e che registra quest’anno un record di partecipazione. A fronte di 106 innovazioni presentate ufficialmente dalle aziende in concorso, 15 hanno ricevuto dall’apposita giuria di esperti il premio come “Novità tecnica”, e ben 43 il riconoscimento come “Segnalazione”. La mostra delle novità tecniche – osservano gli organizzatori del concorso – è un distillato di tecnologia, e meriterebbe, da sola, il viaggio a Bologna.

La meccanizzazione agricola su RaiStoria

Proponiamo questo speciale di RaiStoria sulle grandi trasformazioni che hanno caratterizzato il mondo agricolo del secondo dopoguerra. Questo speciale descrive lo snodo cronologico in cui l’Italia, uscita distrutta dalla guerra, si avvia in un percorso di industrializzazione, pur fra mille contraddizioni. Riforma agraria, meccanizzazione agricola e migrazioni interne vengono ripercorse permettendo di cogliere continuità e differenze con le sfide che, oggi, questo cruciale ambito è chiamato ad affrontare: compatibilità ambientale, remunerazione delle rendite agricole, sostegno agli investimenti, accesso al credito e concorrenza sleale/contraffazione, per citare i più scottanti temi.

Via dalla campagna: un esodo italiano – Rai Storia.

Ecomondo Rimini 2014

Si prospettano numeri ancora maggiori, anche rispetto alle passate edizioni, per Ecomondo2014, fiera internazionale della sostenibilità e del recupero energetico che si terrà a Rimini nel prossimo mese di novembre. Saranno coinvolti tutti principali attori impegnati nei processi di recupero, riciclo e riduzione dell’impatto ambientale, quali tra gli altri CoRePla, Conai, Ministero dell’Ambiente. I settori espositivi abbracciano tutti i principali snodi su cui si giocano le sfide di sviluppo e compatibilità; particolarmente vicino al nostro settore merceologico è OroBlu/Air, dedicato alla qualità di aria e acqua, con un occhio di riguardo alle imprese agricole e zootecniche. Valori questi ai quali siamo da sempre particolarmente sensibili promuovendo un utilizzo responsabile dei fitofarmaci ma anche una progettazione e realizzazione dei prodotti che ottimizzi l’utilizzo delle risorse in un’ottica di sostenibilità.

Ecomondo

Florovivaismo novità di EIMA2014

Florovivaismo: la “new entry” di EIMA International 2014

logo-eima-international-2014

Ricordando la partecipazione di Bi.Vi. Irrorazione a EIMA2014 (Esposizione Internazionale Macchine Agricole) a Bologna dal 12 al 16 novembre prossimi (padiglione 34, stand C12), riportiamo il comunicato dell’organizzazione inerente l’ampliamento dell’offerta espositiva al settore florovivaistico, alle cui esigenze siamo da sempre particolarmente ricettivi con personalizzazioni ad hoc dei prodotti in catalogo.

La prossima edizione della rassegna internazionale della meccanizzazione agricola comprenderà una sezione dedicata alle aziende produttrici di fiori e piante ornamentali, e di sistemi per la creazione e manutenzione degli spazi verdi. Sempre più completa l’offerta merceologica per un settore, quello del florovivaismo, che conta in Italia oltre 20 mila aziende specializzate.

Per la prima volta nella sua lunga storia, l’EIMA di Bologna presenterà una sezione dedicata al florovivaismo. La grande rassegna della meccanizzazione agricola, che terrà presso il quartiere fieristico bolognese dal 12 al 16 novembre prossimo la sua 41ma edizione, ospiterà infatti aziende specializzate nella coltivazione di piante ornamentali e nella produzione di impianti per il giardinaggio professionale.

Sistemi per la produzione di fiori, arbusti, alberi, tappeti erbosi, nonché cordoli per aiuole, pacciamature biosintetiche, ancoraggi per alberature, grigliati per pavimenti in ghiaia, oltre che sementi e fitofarmaci, saranno in mostra in uno spazio scenografico (all’interno del Padiglione 49), nell’ambito del Salone EIMA Green dedicato alle macchine e attrezzature per il giardinaggio e la cura del verde.

Il comparto del florovivaismo – che in Italia rappresenta, secondo i dati del Ministero delle Politiche Agricole, il 5% del valore totale della produzione agricola, e che conta circa 14 mila aziende specializzate nella produzione di fiori e piante in vaso, e 7.500 attive invece nella produzione di piante, arbusti ed alberi per il vivaismo – esprime una domanda crescente di tecnologie volte ad ottimizzare la produzione, e ad adeguarla alle nuove esigenze di manutenzione di giardini e parchi, di impiantistica sportiva, di arredo urbano e di bio-architettura.

La Federazione italiana dei costruttori di macchine agricole- FederUnacoma- organizzatrice di EIMA International, ha deciso di includere il settore del florovivaismo all’interno della prestigiosa rassegna bolognese, per offrire agli operatori professionali una visione esaustiva delle tecnologie e dei sistemi per la gestione dei giardini e degli spazi verdi.

Mai come quest’anno EIMA International ha registrato una richiesta di spazi espositivi così elevata da parte delle industrie costruttrici di macchine agricole – spiegano i responsabili organizzativi – e la domanda risulta superiore alla capienza del quartiere fieristico; tuttavia, fare spazio al nuovo settore era importante per completare l’offerta di una rassegna che, con le sue 1.800 industrie espositrici, i 14 settori di specializzazione, i quattro Saloni tematici e le oltre mille voci a catalogo, ha proprio nell’ampiezza merceologica uno dei suoi punti di forza.